La nostra "storia di Resistenza"

Il torrione nord-est del Castello dei Paleologi di Casale Monferrato (AT); un'imponente volta di mattoni rossi a farci da cielo; sedie bianche prima e poi tanti volti nuovi a incrociare i nostri occhi. Così è iniziata la nostra "storia di Resistenza", la prima uscita di Radio Libertà. Il nostro intento era raccontare una storia, così come faceva quest'eroica emittente, e intanto regalare un'emozione. Non avete idea di quanto siamo felici di aver percepito il raggiungimento del nostro obiettivo!

 

Non racconteremo nel dettaglio quel che è successo... chi c'era l'ha vissuto e per chi volesse approfondire, non preoccupatevi perché presto la voce di Radio Libertà tornerà a farsi sentire. Vogliamo, in questo breve post, ringraziare.

 

Ringraziare, innanzitutto, l'ANPI di Casale Monferrato e, in particolare, Silvia Sorisio, primo nostro contatto in quest'avventura, e il presidente Gabriele Farello, che ieri è stato tutto il giorno al nostro fianco, da quando abbiam varcato il portone del castello fino a quando abbiamo finito di ricaricare le macchine. Grazie per la grandissima gentilezza e per averci permesso di realizzare questo progetto in un luogo tanto magico.

 

Grazie al comune di Casale Monferrato e al Sindaco Titti Palazzetti per le belle parole di introduzione e conclusione al nostro evento... e grazie per l'invito per il prossimo anno! Ci saremo!

 

Grazie allo staff della Notte di stelle e LiberAzioni, che ci ha supportato durante la giornata.

 

Grazie al pubblico di Casale che, in questa cornice meravigliosa, ci ha avvolti in un abbraccio caldissimo.

 

Un grazie speciale lo vogliamo rivolgere ai nostri "fan" giunti da Condove a Casale per esserci a questa première. Grazie Marisa, grazie Elio e grazie Luciano... grazie perché, forse, senza di voi il progetto di Radio Libertà non sarebbe esistito.

 

Infine, dobbiamo ancora rivolgere un ultimo, grande ringraziamento. A una persona senza la quale questo spettacolo non avrebbe avuto lo stesso valore.

 

Enrica, poter presentare Radio Libertà di fronte a te, che queste cose le hai vissute davvero, che queste cose, la tua vita da "Fasulin", ce le hai raccontate, è stata forse l'emozione più grande. Grazie, grazie, grazie a te e a Fernanda, che avete reso Casale una seconda casa per la nostra musica e i nostri progetti.

 

Ovviamente avremo dimenticato qualcuno... l'emozione è ancora tanta, e spero ci scuserete. Vi abbracciamo tutti.

 

Ora, la strada continua, anzi, è appena iniziata. Radio Libertà presto tornerà a suonare: vi aspettiamo!

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A cena con il Conte

January 5, 2020

1/8
Please reload

Post recenti

January 16, 2020

January 5, 2020

August 23, 2019

May 21, 2019

Please reload

Archivio